vecchio Piemonte

Ermanno Eydoux (1915-2004)        

INDICE home storia
Ermanno Eydoux

Ermanno Eydoux  (1915-2004)


   Ermanno Eydoux nacque il 21 marzo 1915 in Camerano Casasco (Asti) da una famiglia d'origine francese. Compiuti gli studi di ragioneria, si laure˛ presso l'UniversitÓ di Torino in Economia e Commercio il 20 giugno 1940.

   Ancora prima del conseguimento della laurea, nel 1937, fu segretario comunale a Fresonara (Alessandria)e quindi and˛ a lavorare in Eritrea, ad Assab, ove collabor˛ all'organizzazione del Comune locale.

  Visse pienamente la bufera della seconda guerra mondiale. Arruolato nell'Esercito italiano, fu spedito in Jugoslavia; dopo 1'8 settembre 1943, fatto prigioniero dall'armata tedesca, fu internato in Germania. Dopo aver cercato invano la libertÓ con la fuga, fu liberato dagli Alleati e rientr˛ in Italia nel 1945.

   Spos˛, nel 1946, Rina Galli, dalla quale ebbe un figlio, Piero. Sempre nel 1946 riprese la carriera amministrativa, destinata a divenire straordinaria: da segretario comunale in Seravezza (Lucca), in Rovato (Brescia), in Chieri (Torino), in Moncalieri (Torino), in Aosta, in Venezia, a segretario della Provincia di Asti, quindi segretario generale della Regione Autonoma della Valle d'Aosta, infine segretario generale della Provincia di Torino. Fu sindaco del Comune di Camerano Casasco.

   La carriera di Ermanno Eydoux fu intercalata da numerosi e importanti incarichi in Africa, ove aveva avuto inizio il suo lungo servizio come commis dello Stato italiano. Fu infatti destinato, dopo la seconda guerra mondiale, a svolgere in Somalia, durante il mandato dell'ONU all'Italia, le funzioni di segretario capo del Comune di Mogadiscio. Fu membro e direttore del comitato tecnico per l'elaborazione del progetto di legge relativo al referendum per l'assetto costituzionale della Somalia; ebbe, in seguito, l'incarico, realizzato in modo esemplare, di organizzare e dirigere le elezioni amministrative locali. Molte le attestazioni di stima e di riconoscenza per il suo operato, sia da parte delle autoritÓ italiane, sia da parte di quelle somale.

  Ermanno Eydoux fu uno storico puntuale, rigoroso nella ricerca, interessato soprattutto ai problemi degli stanziamenti rurali in etÓ medioevale e moderna e alle ricerche di toponomastica.

  Sono numerosi i suoi studi, rivolti in particolare all'area astigiana e monferrina, pubblicati specialmente dopo il raggiungimento della quiescenza.

  Dagli interessi storici specifici non fu disgiunto il suo grande amore per la cultura storica in generale, giuridica in particolare. Don˛ a pi¨ riprese alla Biblioteca Federico Patetta dell'UniversitÓ di Torino, specializzata nella storia giuridica, numerosi volumi relativi sia alla storia della Valle d'Aosta, sia al periodo in cui egli oper˛ in Somalia, sia alla normativa in materia di amministrazione comunale.

  Ermanno Eydoux Ŕ stato un uomo di amministrazione, uno studioso di storia locale, un amante della cultura storica in senso ampio: non se ne vant˛ mai. Fu sempre modestissimo e rifuggý da ogni autocelebrazione, anche se avrebbe potuto vantarsi sia nel campo della professione che in quello degli studi.

   La morte l'ha raggiunto il 29 agosto 2004, all'etÓ di 89 anni, sempre con una rara luciditÓ di pensiero e con una straordinaria vigorýa fisica, mentre contava di proseguire, accompagnato dall'amore premuroso e sempre presente della moglie e del figlio, i suoi lavori di toponomastica. Anche se non ci resta che recriminare sulla mancata conclusione delle sue ricerche, non possiamo non raccogliere il suo messaggio di uomo del dovere e di studioso che ci addita la via verso la serietÓ, lo scrupolo e la puntualitÓ nelle ricerche.

Nota - Nella sezione di Storia - CuriositÓ storiche del presente sito sono riportati alcuni dei suoi scritti.

 
(Parzialmente tratto da un articolo di Isidoro Soffietti, articolo gentilmente trasmessoci dalla Vedova del dr. Ermanno Eydoux).

data revisione:  16/07/2006